CROCEVIA


avrebbe cercato una soluzione solo al tramonto


concept SALVATORE INSANA, ELISA TURCO LIVERI
con ELISA TURCO LIVERI
images, film, editing SALVATORE INSANA
music GIULIA VISMARA
un progetto DEHORS/AUDELA
realizzato con il sostegno di WUNDERKAMMER ASSOCIAZIONE CULTURALE



Un rebus audiovisivo, tra cancellazioni, dettagli e mancamenti. Uno spazio da concepire. Un evento da ricostruire. Solo il virtuale può essere ad alta definizione. Non il reale, imperfetto e ambiguo. Crocevia della memoria, della sua opaca (ir)riproducibilità. Uno spartiacque, il punto in cui prendere una decisione. O perderla per sempre.
Ogni crocevia è fonte di temporeggiamenti, dibattiti interiori tra una parte e l'altra, tra una direzione e la sua opposta. Negli interstizi tra corpo e natura, ogni soluzione ingannerà il tuo percorso. Quale direzione perdere?
Può il procedimento di produzione e riproduzione fagocitare progressivamente il corpo catturato dalle immagini? Può una successiva rivisitazione e riproduzione delle immagini prodotte, di matrice in matrice, portare ad amplificare, per cancellamenti, il portato di senso di un'immagine?

Perché lei si trovava lì?
È da anni che cercano il colpevole
Non sapeva di poter dilatare solo lo spazio,
perché contro il tempo non poteva lottare ancora
Voleva farla finita con il vederci chiaro
Sceglieva la pelle al posto degli occhi
ruminava calore
sfocava l'idea di sé stessa
Avrebbe chiesto soccorso solo in caso di pericolo
Avrebbe cercato una soluzione solo al tramonto
ciò che veniva illuminato
non aveva la forza del vento


Crocevia è lo stare sempre sul punto di..., in procinto di... scegliere qualcosa, una strada o l'altra, un susseguirsi di piccoli continui sussulti che impediscono la stasi.
Il corpo è in uno stato di fusione con lo spazio circostante, dove i colori e le forme si sfaldano, impastano tutta la visione di un senso allucinatorio, distorto. Il corpo é incapace di compiere un gesto netto, resta imbrigliato in uno spazio di mezzo dove la volontà umana è bandita.
In balia del vento, la figura ondeggia inutilmente, scava solchi nell'aria, cerca soluzioni impossibili.
L'ossessione per il piccolo dettaglio, l'incapacità della figura di mostrarsi nella sua interezza e l'impossibilità di vederci chiaro delineano un senso di pericolo incombente.

Crocevia is always being on the verge of ... about to … choose something, one road or another, a succession of tiny incessant tremors that prevent stagnation.
Crocevia is an audio-visual rebus complete with cancellations, details and missing elements. A space to conceive. An event to rebuild. Only virtual can be high-definition, not imperfect and ambiguous reality. A crossroads of memory, of its opaque (non)reproducibility. A turning point, the point for making a decision. Or lose the chance forever. Every crossroads gives rise to temporizing, inner debates between one part and another, between one direction and its opposite. Every choice misleads your path. Which direction should you lose?
Can the process of production and reproduction gradually engulf the body captured in the images? By later revisiting and reproducing these images, from mold to mold, can we succeed in amplifying – through removal – the meaning the image bears?



video screenings

Dislocata, Vignola, Modena, 1-23/04/2017;
Ibrida Festival, Forlì, 2-3/05/2017
Premio Maurizio Cosua, Festival Pasinetti, Venezia 30/05/2017
EspacioEnter, Festival International Creatividad, Innovación y Cultura Digital, Canarias, 21-24/08/2017;
VideoDance Studies - Encuentro international de video-danza Y video-performance, Valencia, Spain, 20/9/2017
Global Fest, Asian Film Center, Kolkata, India, 10/11/2017
Vancouver Alternative Cinema Festival, Canada, 25-26/11/2017
Over The Real - international videoart festival, Viareggio, Lucca, 6-10/12/2017